Europa: la Francia contesta la sentenza della Corte UE sul biossido di titanio

Europa: la Francia contesta la sentenza della Corte UE sul biossido di titanio

| Regulatory | Blogs | Conformità GHS
Posted By: Selerant EHS

L’armonizzazione del diossido di titanio

Nel febbraio 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Regolamento (UE) n. 2020/217, ovvero il 14° ATP, che ha modificato l’Allegato VI del Regolamento 1272/2008 (CLP) inserendo, cancellando e modificanto alcune classificazioni armonizzate.

Tra quelle introdotte, la classificazione più controversa è stata quella riguardante il biossido di titanio (CAS: 13463-67-7), sostanza largamente utilizzata nel settore delle vernici, a cui fu assegnata la pericolosità come cancerogeno di categoria 2 per inalazione dovuta alla tossicità delle particelle respirabili. Tuttavia, lo scorso 23 Novembre 2022 il Tribunale Europeo si è pronunciato sull’argomento emanando una sentenza che andrebbe ad annullare la parte relativa al biossido di titanio.

Lo scorso 8 febbraio il Governo francese ha annunciato il ricorso in appello a seguito della sentenza del Tribunale UE, opponendosi alla decisione di annullare la classificazione cancerogena del biossido di titanio.

Il ricorso Francese

Il Governo Francese, depositario iniziale della classificazione del diossido di titanio come cancerogeno, ha affermato che il Tribunale Europeo ha sorpassato i limiti della propria revisione giudiziale applicando la propria interpretazione alle evidenze scientifiche. Segnala inoltre che l’eventuale modifica della classificazione armonizzata del diossido di titanio costituirebbe un ostacolo nel continuo processo di migioramento della protezione complessiva della salute dei cittadini e dei lavoratori europei che utilizzano la sostanza.

A causa di questo ricorso, la sentenza della Corte Europea che avrebbe potenzialmente rimosso la classificazione cancerogena del biossido di titanio è stata temporaneamente sospesa. La classificazione armonizzata del biossido di titanio continuerà ad applicarsi fino a quando non sarà deciso l'esito di questa nuova procedura.

Trace One sta prestando molta attenzione all’evolversi della situazione normativa e vi terrà aggiornati riguardo ogni novità a tal proposito per quello che riguarderà l’eventuale adeguamento delle suite.

Per ulteriori informazioni, si prega di utilizzare i seguenti link: